image1.jpg image2.jpg image3.jpg image4.jpg image5.jpg
ONLUS

BAMBINI NEL TEMPO

Centro Aiuto

Il Centro Aiuto al Bambino Maltrattato e alla Famiglia è un servizio di II livello: «Un Servizio al servizio dei Servizi» nato, nel 1998, con la finalità di fornire una consulenza e/o una presa in carico diretta su richiesta dei Servizi Sociali dei Municipi del Comune di Roma nei casi di maltrattamento e abuso su minori particolarmente complessi o con caratteristiche di cronicità.

Tale Progetto è finanziato dal Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute del Comune di Roma Capitale.

La presa in carico delle situazioni avviene su richiesta dei Servizi Sociali territoriali (esclusivamente Municipi del Comune di Roma Capitale, GIL o lo stesso Dipartimento) i quali, attraverso la compilazione di una scheda di segnalazione da inviare al Dipartimento, forniscono le prime informazioni sul nucleo e su quella che è la richiesta di intervento.

Successivamente l'Assistente sociale del Centro contatta i Servizi invianti e fissa un primo incontro durante il quale si procede con una valutazione congiunta rispetto alla presa in carico e alla progettazione dell'intervento. Durante il primo ascolto la situazione del minore per il quale si chiede aiuto viene ricostruita con particolare attenzione a tutti i contesti familiari ed istituzionali coinvolti, ai tempi e alla tipologia sia degli interventi già attivati, che degli indicatori di rischio che li hanno sollecitati.
Il primo ascolto può sfociare in una presa in carico della situazione presso il Centro Aiuto o concludersi con una consulenza al Servizio inviante.
Nel caso di presa in carico gli interventi svolti dal Centro possono essere uno o più fra i seguenti:

  • Valutazione clinica e/o psicodiagnostica del minore
  • Valutazione clinica e/o psicodiagnostica dei genitori
  • Valutazione clinica e di recuperabilità delle competenze delle figure genitoriali di riferimento
  • Accompagnamento del minore nel processo giudiziario
  • Valutazione della relazione genitori-figli con incontri protetti
  • Trattamento psicologico delle famiglie delle vittime di abuso sessuale
  • Interventi di psicoterapia di coppia
  • Interventi di psicoterapia familiare
  • Sostegno agli operatori della casa famiglia
  • Sostegno alla famiglia affidataria
  • Sostegno alla famiglia adottive in crisi
  • Sostegno alla genitorialità

Al termine dell'intervento il Centro produce una relazione conclusiva che sarà inviata al Servizio Inviante ed alle Autorità Giudiziarie coinvolte, qualora dovesse essere richiesta.
Peculiarità del lavoro presso il Centro Aiuto al Bambino Maltrattato e alla Famiglia è il lavoro di rete
il quale è rappresentato da un processo di co-costruzione, che si fonda sulla convergenza di più operatori su obiettivi comuni.

UN PROGETTO DI RETE prevede:

  • La definizione dei problemi espressi in termini chiari e con ordine di priorità;
  • L’analisi delle risorse e dei vincoli;
  • La ricostruzione di una storia e degli interventi attuati;
  • La definizione concordata dei cambiamenti che si desidera effettuare;
  • La formulazione di un piano operativo in cui ogni operatore chiarisce i suoi compiti;
  • La previsione di verifiche comuni e la disponibilità ad aggiornare il progetto.

Il modello di riferimento degli operatori del Centro è quello sistemico-relazionale e l'equipé è così composta:

  • n. 1 Medico Chirurgo-Psichiatra, Direttore Scientifico
  • n. 1 Psicologo- Psicoterapeuta, Coordinatore;
  • n. 3 Psicoterapeuti- supervisori
  • n. 1 assistenti sociali;
  • n. 5 psicologi/psicoterapeuti;

Il Centro si avvale inoltre della collaborazione dei tirocinanti post lauream delle Università " La Sapienza", " Lumsa", " Istituto Pontificio Salesiano", "Marconi", Università agli studi di Padova e delle Scuole di specializzazione in psicoterapia sistemico-relazionale.
L'equipe si riunisce settimanalmente per discutere dei casi avvalendosi della supervisione indiretta del Prof.Cancrini. Gli operatori, inoltre, nell'arco della settimana si confrontano anche con 3 supervisori che si alternano sulle situazioni prese in carico.

EU e-Privacy Directive

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo inserire questi tipi di cookies sul vostro dispositivo.

Hai rifiutato i cookie. Questa decisione può essere cambiata.

Avete permesso i cookie sul vostro dispositivo. Questa decisione può essere cambiata.